In questa pagina troverete alcune delle adozioni più recenti. Piano piano, aggiungeremo le storie degli Akita che grazie al vostro supporto sono stati salvati, curati, adottati. Sono solo una selezione, nel corso degli anni ce ne sono state molte altre. Per rimanere costantemente aggiornati, potete seguirci su Facebook e Instagram.

Salvata dalle strade di Instabul da morte certa, Nur è arrivata a noi grazie ad una rete internazionale di volontari che si sono attivati per salvarla. Dopo un periodo di assestamento, è cominciata la ricerca della famiglia perfetta. Ora Nur ha trovato la sua casa, ama passeggiare tra i boschi e adora la televisione.

Nata in Albania, usata per fare cuccioli e poi abbandonata, Adia è arrivata a noi magra, terrorizzata,  dolorante. Piano piano con le nostre cure, Adia ha ripreso forza, voglia di giocare e farsi coccolare. L’abbiamo accudita fino a che Carola e Mattia non l’hanno portata a casa, donandole la famiglia che tanto desiderava.

Abbandonato in autostrada vicino ad Enna, Bivio è stato trovato in condizioni disastrose. Curato, dopo svariate visite, cibo buono, e lavaggi per pulirlo, è cominciata la ricerca della sua nuova famiglia. E a decidere di adottarlo alla fine è stato proprio quello stesso angelo custode che lo aveva salvato dalla strada. Bivio è a casa.

Senshi è una femmina di Akita che nell’estate del 2022 viene abbandonata per le strade di Vibo Valenzia, in Calabria. Vagante, magrissima, dopo settimane un ragazzo riesce finalmente a prenderla e contatta subito l’Akita Rescue per sapere come procedere. Ci mettiamo in moto, e contattando una persona del posto con una pensione, la portiamo al sicuro. Dai primi momenti si capisce che non sta bene, e dal veterinario scopriamo che ha un fortissimo avvelenamento da topicida. Distrutta dalla stanchezza e dalla paura, piano piano Senshi torna alla vita, e nel Natale del 2022 viene adottata e vive finalmente serena e felice.

Martedì è un mix akita, abbandonato in provincia di Caserta. Investito, zoppo ad una zampina, l’Akita Rescue riesce a metterlo in sicurezza presso una struttura sul territorio. Curato, a Novembre 2022 ci raggiunge in pensione a Lissone, dove comincia l’affiancamento con la ragazza adottante. Successivamente, un altro affiancamento a casa con i gatti, con i quali va molto d’accordo. Adora stare a mollo e, ovviamente, le coccole!

Kira è un’Akita femmina, cane di allevamento ceduto perché avesse una vita in famiglia. Sistemata in affido temporaneo, Akita Rescue è intervenuta per coprire le spese veterinaree -aveva una forte dermatite- e successivamente, di trovarle un’adozione. E’ stata fortunatissima, ha trovato una coppia che la adora, e vive come una regina.

Kledy ha passato la vita in un campo, e da vecchietta ha avuto la possibilità di essere adottata.

A 7 anni la sua vita è ricominciata con la sua nuova bellissima famiglia e il fratellone Teo, un altro akita americano. Sono stati bravissimi nell’inserimento di Kledy con l’altro akita di casa, che è stato graduale e consapevole, grazie al quale ora Kledy gode una nuova fantastica vita.

Timon è un cucciolo della nostra Nagisa, che è ancora in cerca di casa.

Grazie alla collaborazione con i volontari del Rifugio Arpad, dove Timon è nato, è stata trovata per lui una meravigliosa famiglia. Una famiglia che da poco tempo aveva perso il suo cagnolone, lasciando un vuoto.  Ma l’amore ha vinto, la paura è stata sconfitta e il loro cuore si è riaperto grazie a Timon.

King 10 anni, una vita passata in gabbia con femmine con cui accoppiarsi continuamente, e non solo della sua razza.

Si è rivelato un cane dolcissimo con tutti, fiducioso e allegro. La volontaria che si è offerta di tenerlo in stallo si è innamorata subito di lui e ha deciso di adottarlo. Ora si chiama Pippo e si è perfettamente integrato con gli altri cagnoloni che vivono insieme a lei. L’incubo di King è finito e ora si gode felice la vita con il suo nuovo branco.

Negli appelli era stata chiamata Akuma ma in realtà risponde al primo nome, quello del pedigree.

La sua precedente vita era stare in giardino ad abbaiare ai passanti, che hanno tentato di avvelenarla. Il suo ex proprietario diede la piccola ad una volontaria, con cui è nata una collaborazione. Ci siamo quindi occupati di lei a livello sanitario: vaccinazioni, esami, cura di una infiammazione al fegato, sterilizzazione. La richiesta di adozione è arrivata dall’altra parte dell’ Italia, ma grazie a una squadra speciale abbiamo condotto un’adozione come piace a noi: consapevolmente.

Ora Hoshi è nelle braccia della sua nuova splendida famiglia!

Kaori è nata e cresciuta tutta la vita in gabbia. 

8 anni, salvata da una vita come riproduttrice, chiusa sempre in box, ha rischiato di morire per una piometra avanzata. 

E’ stata adottata da una coppia di volontari della associazione che l’ha ospitata e ora ha finalmente scoperto cosa sia una famiglia, una casa e vive immersa in tutto l’amore che si merita.

Akira è una akita americana di 8 anni, lasciata a vivere in un terreno, rubata, riportata indietro e poi abbandonata.

L’abbiamo salvata trovandole una struttura adeguata grazie alla quale, in brevissimo tempo, è stata notata e adottata da una coppia che si è subito innamorata di lei. 

Zeus è uno shiba che a 8 anni si è visto buttato nel box di una pensione abbandonato dalla sua “famiglia”.

Giordana e Rocco hanno però scelto di trasformare le lacrime per la perdita del loro amatissimo shiba Eric nell’adozione di Zeus, che ora vive meravigliosamente insieme a loro.

Questa akitina bellissima è stata l‘emblema della visione consumistica che inquina sempre più il mondo di questa razza. Acquistata per una carriera espositiva e riproduttiva, scartata dalle expo è stata passata di famiglia in famiglia non per il suo carattere difficili ma a causa di adozioni scriteriate. L’abbiamo salvata ancora cucciola e già incinta.
Ma poi ci sono persone che sanno trasformare il dolore in Amore, come Andrea e la sua compagna che hanno scelto di dare una possibilità a un’akita sfortunata. Ora si chiama Mayumi ed è la principessa di casa.

Nagisa non aveva un nome, non aveva cibo adeguato, non aveva affetto e rispetto. Doveva solo fare cuccioli e venire maltrattata e questa è stata la sua vita per 7 anni, finchè non siamo arrivati noi a salvarla.

Dopo anni di sofferenze e maltrattamenti, dopo tanti appelli, Lara e Antonio sono venuti a conoscerla, se ne sono innamorati e hanno deciso di regalarle una vita vera.

Suerte è nata per sbaglio, da una mamma akita pura e papa cane da pastore. Viveva in un recinto insieme alle sorelle, aveva gli occhi tristi che spezzavano il cuore. Grazie a Laura e suo marito, che immersi nel dolore per la perdita della loro amata akita hanno fatto il gesto più bello che c’è: scegliere chi aveva più bisogno. Ora per Suerte c’è casa, c’è amore.

Kaori è stata salvata da una vita come riproduttrice, cresciuta e vissuta tutta la vita in gabbia a sfornare cuccioli, salvata da una piometra che l’ha quasi uccisa, è stata ospitata da Progetto Aquila dove alla fine una coppia di volontari dell’Associazione ha deciso di adottarla. Ora Kaori ha scoperto cosa sia una famiglia e vive immersa in tutto l’amore che si merita.

Mia è cresciuta e vissuta in un gabbiotto fatto con le reti dei materassi, isolata dal mondo, In mezzo al suo sporco, alle crocchette rovesciate per terra e a dei secchi di acqua stagnante per bere. Un orrore.

La sua storia si incrocia con quella di una famiglia che, in seguito alla perdita del loro akita Raoul, sceglie di dare un senso alla loro perdita e aprire il suo cuore e anche le porte di un box.

Sophie è stata abbandonata in strada e buttata su un marciapiede. Dopo averla salvata e messa in sicurezza, Angelica e suo marito con coraggio hanno messo da parte il loro dolore per la perdita del loro amatissimo Hiro per regalare a Sophie una vita vera
Marylin è una mix akita che ha vissuto in un tugurio in Albania. Prima di portarla in Italia, ha dovuto affrontare una lunghissima terapia a causa di una infezione scoperta per tempo. Ha lottato, vinto ed è tornata nel tugurio…finchè Kristina le ha dato una casa in Italia e ora hanno una bellissima vita insieme.

Run è un akita giovanissimo, ma che della vita ha subito conosciuto il peggio. Mai microchippato, buttato per strada, ha corso disperato per mesi in un paesino in Calabria. Ferito diverse volte perché ha incominciato a lottare con gli altri cani maschi vaganti intorno alle femmine in calore, finalmente una sera si è fatto prendere da una volontaria e così è stato messo in sicurezza. All’appello di adozione ha risposto solo una persona. Daniele è partito esattamente dall’altra parte dell’Italia, ha macinato in pochi giorni 2500 km per conoscere e poi ritornare a casa con il suo Run. Un lieto fine che sa davvero di magia, un esempio di amore vero per il cane che si sceglie di salvare.

Figlia di due mix akita randagi, Brioche è nata per strada, messa in sicurezza da noi e ha passato i primi mesi di vita in un box. Ora è felicemente adottata, ha riportato gioia e allegria in una famiglia a cui era mancato l’amico a quattro zampe da poco ed è la principessa di casa.
Aki, 9 anni, non è stata maltrattata nel senso di aver patito la fame o essere picchiata ma ha trascorso una vita in box. In età matura ha avuto qualche acciacco di salute che ha richiesto anche un intervento chirurgico. Le premesse per una adozione erano quindi complicate. Ma noi crediamo che nulla sia impossibile e grazie ad una splendida famiglia oggi è felicemente adottata. Perché le persone giuste viaggiano, vengono a conoscere i cani e si impegnano. E noi per i “nostri” cani vogliamo solo le persone giuste.

Yumi e’ un lieto fine speciale !

Avrebbe dovuto lasciare la sua famiglia ma, grazie al percorso di addestramento intrapreso con Ileana, i proprietari hanno imparato a conoscerla e gestirla meglio tanto da poter scegliere di non separarsi da lei.

Un risultato fantastico, il migliore che potesse esserci!

Pagina aggiornata al 15/08/2023